173° A.U.C.

 

Marco Pricca, Salvatore Ricciardi, Riccardo Rizzo - 173° A.U.C.


 

 

173° corso A.U.C.

 

Mi chiamo Riccardo Rizzo, ho frequentato il 173° corso AUC alla SMALP e, nonostante sia trascorso un pò di tempo, vorrei rivolgere un pensiero a tutti i colleghi e amici che, come me, hanno vissuto momenti indimenticabili ad Aosta.

Ricorderò i 5 mesi del corso per il resto della mia vita perché certe emozioni, certe sensazioni e certe persone speciali si vivono e si conoscono molto raramente.
Non voglio elencare ed esprimere le emozioni e le sensazioni vissute in questo periodo in quanto, scusatemi, ritengo siano personali e difficili da condividere se non le si hanno vissute.

Ma grazie a questi momenti, di allegria e felicità ma anche di sconforto e tristezza, ho scoperto che anche nella vita di tutti i giorni abbiamo uno zaino in spalla e un sentiero da percorrere che, come le marce alpine insegnano, può essere duro e pieno di insidie, ma dopo tanta fatica si raggiunge la cima, si deposita a terra lo zaino e si guarda dall’alto verso il basso per vedere la vallata che sembra sempre più bella e verde; si scruta l’orizzonte per vedere le cime che sembrano sempre più imponenti e profumate ed è a quel punto, dopo la fatica e lo sconforto, che si capisce che alla fine ne valeva la pena.

Ricordatevi che non è il grado che fa l'uomo, ma è l'uomo che fa il grado. Grazie di cuore a tutti.

Riccardo Rizzo - 173° A.U.C.